Protezione civile e cooperazione europea: due nuove finestre sul portale Formez

di Angela Attolico

Con il mese di novembre il portale del Formez http://www.formez.it si è arricchito di nuovi servizi: una pagina web sulla “cooperazione” tra enti locali nazionali ed europei ed un sito tematico, dedicato alla Protezione civile, all’indirizzo: http://protezionecivile.formez.it. Il progetto “cooperazione” si propone di semplificare l’accesso ai contenuti in materia di politica comunitaria e di allargare i confini degli enti che abbiano un’idea da condividere. Attualmente cliccando su: http://europa.formez.it/cooperazione.html ci sono già due proposte di cooperazione. La prima viene dal comune greco di Statista che cerca partner in tutta Europa per la realizzazione di uno scambio giovanile bilaterale sul tema dell’arte e della cultura; l’altra, invece, rientra nel programma Euromed ed è promossa da un’organizzazione giovanile di Malmoe, in Svezia. La ricerca è rivolta a partner europei, interessati ad un progetto di scambio che coinvolga giovani e non, accomunati da difficoltà riscontrate nello studio. Un percorso che vede da tempo il Formez impegnato nella creazione di una rete di rapporti tra enti locali e Unione Europea.

Un servizio utile agli Informatori comunitari, ai funzionari delle amministrazioni nazionali e regionali, ai responsabili dei Fondi strutturali 2000-2006  e a tutti coloro che operano negli uffici pubblici e trattano temi comunitari. Il nuovo sito tematico sulla Protezione Civile, invece, è nato con l’intento di sensibilizzare sul tema dell’ambiente, rendere noti eventi ed iniziative nazionali ed internazionali e, soprattutto garantire una formazione “finalizzata” e conforme alla domanda. Il Formez, infatti, già dagli anni ’80, si occupa di problematiche connesse al rapporto uomo-ambiente, fornendo metodi e strumenti didattici variabili, a seconda delle esigenze territoriali, oltre a realizzare un’intensa attività formativa, che si sta via via arricchendo. Sono stati attivati corsi pilota in disaster management, rivolti agli operatori della Protezione Civile, negli enti locali; il “Progetto Scuola Sicura”, realizzato dal ministero dell’Interno; i corsi per verificatori della vulnerabilità ed agibilità dell’edificato; ed altri, sul rischio idraulico e da frana; con un’attenzione assidua nella lotta agli incendi boschivi. L’accordo siglato tra il Formez e il Dipartimento della Protezione Civile, per la nascita di un progetto integrato, per il 2000- 2001, per le Regioni dell’Obiettivo 1, consentirà di formare e qualificare il personale delle amministrazioni pubbliche e le figure operanti nel mondo del volontariato.