Gli stili di vita sani per i bambini – La guida completa dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Dall’alimentazione corretta al movimento e al sonno, fino alla lettura, il fumo in adolescenza e l’uso dei videogiochi. Ecco i temi del numero speciale di settembre di A scuola di salute magazine multimediale dell’Istituto per la Salute dell’Ospedale Bambino Gesù – interamente dedicato agli stili di vita più salutari per i bambini e realizzato con la collaborazione di Fondazione ANIA.

 I temi trattati:

Alimentazione: 5 pasti al giorno, vari e bilanciati, tra carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali, scelti a seconda dei momenti durante la giornata. Il pasto rappresenta un’occasione educativa e sociale e il bambino dovrà ricevere cure adeguate, oltre ad un’opportuna valutazione del comportamento alimentare da parte di un esperto.

Sonno e ritmo sonno – veglia: nei più piccoli è regolato in particolare dai bisogni primari come la fame e la sete e va regolarizzandosi dopo i 4 mesi di vita, concentrando il riposo durante la notte. Ci sono degli errori da evitare. Da prediligere un rituale rilassante per favorire il sonno, come la lettura di una favola, ogni sera.

La lettura serale: rafforza il legame tra genitori e figli e serve a sviluppare il linguaggio e la curiosità nei più piccoli, oltre ad accrescere il desiderio di imparare a leggere; la lettura ad alta voce è più efficace rispetto ai dispositivi digitali audio-video.

INFOGRAFICA PROGETTO PEDIBUS_A scuola a piedi

Fare movimento: camminare per almeno 30 minuti al giorno è un’abitudine salutare; dunque, evitare la sedentarietà e raggiungere la scuola a piedi può essere un’occasione per evitare l’eccesso di peso, stare in gruppo e socializzare e per imparare l’educazione stradale.

Fumo e sigarette: il fumo di sigaretta, anche quella elettronica, ha effetti dannosi sulla salute. Nell’adolescente in fase di crescita, da bambino ad adulto, il fumo potrebbe assumere un ruolo di facilitatore nell’inserimento nel gruppo dei pari, da qui la necessità di capire la ragione che spinge i più giovani verso il fumo e decidere i comportamenti da adottare, avvalendosi anche dei consigli degli specialisti.

Videogiochi ma facendo attenzione alle forme di dipendenza: i videogame devono essere proposti con prudenza, andando a considerare l’età del bambino, il contenuto del gioco, i tempi di utilizzo, quindi non prima dei 6 anni d’età, per 30-60 minuti al giorno e sempre sotto il controllo dei genitori.

 A scuola di saluteogni mese i consigli degli specialisti dell’ Ospedale Pediatrico Bambino Gesù sui vaccini, febbre, alimentazione, sport e tanto altro. Si propone di informare genitori e insegnanti, con un linguaggio semplice, sui temi di base della pediatria.

Per approfondimenti: A scuola di salute – gli stili di vita sani per i bambini

Fonte per informazioni e infografica: Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – IRCCS