POLIGNANO A MARE maestosa con le balconate a picco sul mare

Quasi 96mila arrivi ed oltre 274mila presenze nel 2018

Polignano a Mare, località a sud di Bari, da cui dista poco più di 30 km., sorge maestosa con le balconate a picco sul mare.

Polignano a Mare offre panorami indimenticabili, con la sua lunga costa frastagliata di 12 km. sul mare Adriatico, con altezza di circa 22–23 metri, che si dirama da entrambi i lati del borgo antico, lungo il quale sono presenti le torri costiere costruite dai saraceni per difendersi dai pirati provenienti dal mare. Presente anche un sistema di lame, scavate dall’erosione dell’acqua nel tufo della roccia, larghe circa 100-150 metri, con una profondità intorno ai 20 metri e una lunghezza di circa 2-3 km.; ed inoltre, le balconate a picco sul mare, circa 40 grotte naturali, le spiagge di sabbia dorata e l’azzurro del suo mare, cristallino e splendente sotto i raggi del sole durante il giorno e spettacolare al tramonto, con il riflesso di luci e colori in superficie e la brezza della sera che rinfresca l’aria.

La Lama di Cala Incina, si estende per circa 2 km. al confine tra Polignano a Mare e Monopoli e si caratterizza per le grotte e gli antichi insediamenti rupestri.   

Cala Incina_Frasca©

Polignano è una località balneare molto amata dai locali e dai turisti, per la sua spiaggia a ciottoli Lama Monachile, un’insenatura profonda ai piedi del centro storico, luogo di attrazione turistica, e le alte e larghe scogliere dalle quali, con grande prova di coraggio, a settembre ma quest’anno i primi due giorni di giugno, si è tenuta una competizione di tuffi a livello mondiale*; giovani dal fisico atletico sono riusciti a tuffarsi da 27 mt. di altezza, raggiungendo una velocità di 85 km/h e cadendo in acqua in soli 3 secondi, nel mare profondo.

Polignano a Mare conferma dal 2008 la Bandiera Blu, il riconoscimento internazionale rilasciato dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle migliori spiagge italiane ed europee; premiata anche per la qualità delle acque, presenza di aree verdi e servizi offerti alle famiglie, ai bambini e ai disabili. Tra le spiagge più note: Cala Porto, Cala Paura, Porto Cavallo, Ponte Dei Lapilli, San Giovanni, Porto Contessa, San Vito, Cala Fetente, Pozzo Vivo, Port’alga e Torre Incina.

CALAPORTO ESTATE_FRASCA© copia

Polignano a Mare è una località amata tutto l’anno, per la balneazione, il bel panorama e la possibilità di rilassarsi e gustare un buon piatto dal sapore del mare e della terra, come secondo la tradizione, nei ristoranti e trattorie lungo la costa e nel centro storico. I più richiesti dai turisti e dagli amanti del pesce sono: antipasti al crudo di mare, polpo arricciato, seppioline, cozze, ricci, pesci da consumare arrosto come orate e saraghi oppure nel sugo come le aragoste e gli scampi; ed ancora, carpacci, zuppe e fritture di anelli e pesciolini “di paranza” e primi piatti come linguine allo scoglio e spaghetti ai ricci di mare. Anche la terra offre un vasto panorama di prodotti dell’agricoltura. Si ricordano la carota di San Vito, dal sapore fresco e delicato e le patate a pasta gialla, dalla polpa compatta e dal sapore intenso; in particolare, la carota di Polignano (chiamata anche la bastinaca di San Vito) dal 2011 ha ottenuto il riconoscimento dei presidi di Slow Food. Questo ortaggio si caratterizza per le sue ottime proprietà salutistiche, fragranza, croccantezza e soprattutto per i suoi colori: dal giallo tenue ed intenso, fino ad arrivare al viola scuro.

Infine, assolutamente da provare il gelato artigianale, prodotto secondo antiche ricette, tramandate da generazioni, decisamente originale il gelato al gusto di patata nonché il caffè speciale, dal sapore unico.

La ridente località è affollata dalla gente del posto e dei paesi limitrofi, oltre che da molti motociclisti, durante la primavera, quando la piazza centrale offre vari momenti di socializzazione. In estate invece, sono i turisti di varia provenienza, stranieri e italiani, compresi coloro che per le ferie ritornano nel paese natio, ad affollare i vicoli del centro storico, i locali dove consumare i pasti ma anche bar e gelaterie per rinfrescarsi dalla calura estiva. Faceva così anche Domenico Modugno (Polignano a Mare, 9 gennaio 1928 – Lampedusa, 6 agosto 1994), noto cantautore dalla fine degli anni ’50 fino agli anni ’80; ricordato per alcuni successi come Nel blu dipinto di blu (Volare) e Piove (Ciao, ciao Bambina) che, nato a Polignano e poi trasferitosi per lavoro, vi ritornava in alcune occasioni speciali.

Nel 2018, si contano 58.231 arrivi e 137.030 presenze tra italiani, mentre gli arrivi di stranieri sono stati 37.542 e le presenze 137.108. Nel 2018, Polignano a Mare è stato meta tra italiani e stranieri di 95.773 arrivi e 274.138 presenze, come da “dati numerici definitivi – anno 2018, Regione Puglia – Report movimento turistico annuale per Comune”.

DOMENICO MODUGNO_FRASCA© copia

A Polignano ciò che colpisce subito è il litorale molto lungo che, avviandosi dal lato sinistro del centro storico, porta al tratto del Lungomare Domenico Modugno, dove campeggia la statua in bronzo alta 3 metri, raffigurante il noto cantautore, realizzata dallo scultore argentino Hermann Mejer, dedicata all’artista, nel 2011; e ai suoi piedi si trova una scalinata  che porta ad un tratto roccioso di costa oltre il quale si trovano Bastione Santo Stefano con i balconi a picco e le grotte marine. Dal lato opposto invece si raggiunge la terrazza panoramica più grande, Largo Grotta Ardito e la vicina Grotta Palazzese, unica nel suo genere, con una superficie di circa 2500 mq. e un’altezza di circa 21 metri sul mare; per poi procedere a piedi fino al Lungomare Cristoforo Colombo e guardare di fronte lo Scoglio dell’eremita, un isolotto disabitato.

Molte le vie strette percorse dai turisti nel centro storico, fino a raggiungere le balconate a picco; un borgo piccolo ma ricco di storia, con il Palazzo dell’Orologio, di origine medioevale, la Chiesa di Santa Maria Assunta in stile romanico pugliese e la Fondazione Museo Pino Pascali, dedicata all’Arte Contemporanea in Puglia, istituito dalla Regione Puglia e dal Comune di Polignano a Mare. Il Premio Pino Pascali rappresenta una possibilità di affermazione per gli artisti emergenti. 

Nel borgo antico si trovano anche il  Palazzo Marchesale, la Chiesa del Purgatorio, la Chiesa di Santo Stefano, Piazza San Benedetto e l’antico Palazzo del Feudatario, oggi Palazzo Miani.

Andando un po’ fuori verso nord, a soli 3 km. di distanza dal centro abitato di Polignano, si raggiunge la località San Vito con l’Abbazia di San Vito e il vicino porto; annessa al complesso monastico c’è una piccola chiesa di stile romanico a tre navate.

Sono molti anche gli insediamenti archeologici presenti a 3 km. dal centro abitato, dove si trova l’insediamento archeologico di Madonna di Grottole e l’insediamento neolitico di Santa Barbara, nella contrada di Santa Barbara, a circa 4 km. a sud di Polignano.

Le Feste religiose

Le feste religiose sono molto sentite dagli abitanti di Polignano a Mare e apprezzate anche dai turisti, per lo stretto legame tra fede e tradizioni. Durante le varie occasioni di festa il centro storico viene addobbato con le luminarie e la sera si allieta con le luci dello spettacolo dei fuochi pirotecnici. Tra le feste principali: Festa Patronale di San Vito (della durata di 3 giorni, 14-16 giugno); e le successive che si tengono nei mesi di luglio e agosto, quando l’affluenza dei turisti è maggiore. La Festa della Madonna del Carmine (della durata di 3 giorni, 15-17 luglio), posta su un’altare in via Roma ma abitualmente venerata nella Chiesa della Madonna della Natività. La seconda domenica di agosto, la Festa dei Santi Cosma e Damiano, definita la festa degli emigranti, per la presenza dei polignanesi che risiedono fuori ma tornano in paese in estate.

Eventi in programma

Tra gli eventi in programma durante i mesi estivi da luglio a settembre, il 29 giugno Bari in Jazz a Cala Paura; dal 3 al 6 luglio nel Centro storico Il libro possibile – XVIII Edizione, che prevede 4 giorni di intreccio tra letteratura, spettacolo, turismo, costume e politica. Experimenta dal 19 al 21 luglio a piazza San Benedetto, con sonorità provenienti da generi e culture diverse; Color Vibe 2019 il 27-28 luglio piazzale Marco Polo, un vero e proprio inno al divertimento, tra emozione, sensazione e vibrazione. Una serata dedicata a Domenico Modugno Meraviglioso Modugno – VII Edizione si terrà il 6 agosto a piazza Aldo Moro, sul palco si alterneranno vari artisti del panorama musicale italiano, interpretando i brani più famosi del noto cantautore, ricordato come Mister Volare. Alla manifestazione è abbinato il premio Città di Polignano a Mare. Ed ancora musica con il Jazz Blues Fest 2019 – “Premio Pierluigi Galluzzi”, il 18 agosto a piazza San Benedetto. Dal 20 al 22 agosto Perse Visioni a piazza San Benedetto, con l’obiettivo di analizzare il rapporto tra l’individuo e lo spazio circostante, fisico e immaginario; e a seguire, dal 23 al 24 agosto sempre a piazza San Benedetto si terrà la Rassegna “Autori 2019” – XVI Edizione, musica d’autore con artisti conosciuti o emergenti che osano nuovi percorsi. Poco distante, a S. Vito, Il Ballo di San Vito, dal 29 al 31 agosto e 1° settembre, tra musica di pizzica e taranta.

Il 22 settembre a piazza Aldo Moro si terrà Targa Crocifisso – 70° Edizione; nata nel 1950, è una gara ciclistica nazionale per dilettanti èlite, ciclisti uomini e donne di oltre diciotto anni e under 23, una giornata di grande festa popolare, che si corre sul tradizionale circuito delle grotte, con partenza e arrivo a Polignano a Mare.

*2019 Red Bull Cliff Diving World Series, competizione di tuffi a livello mondiale, si è tenuta a Lama Monachile nei giorni 1 – 2 giugno u.s.

Per un approfondimento:

Cosa vedere nei dintorni (Valle d’Itria, Bari, Castellana Grotte, Castel del Monte, Trani, Ostuni, Lecce, sassi di Matera, Zoo Safari, Putignano, Conversano).

Personaggi noti, tra gli altri: Domenico Modugno (già trattato), Pompeo Sarnelli (poligrafo polignanese, autore di opere sacre e attività editoriale-letteraria, oltre che di una grammatica latina), Pino Pascali (artista poliedrico, pubblicitario e scenografo, nato a Polignano nel 1935 e morto prematuramente nel 1968, in un incidente stradale).

Come raggiungere Polignano a Mare

In aereo: L’aeroporto di Bari-Palese, servito dalle principali compagnie aeree dista circa 50 km da Polignano a Mare, mentre l’Aeroporto di Brindisi – Casale dista circa 75 km dalla città.

In treno: La Stazione di Polignano a Mare si trova sulla tratta della Ferrovia Adriatica ed è ben collegata con le stazioni di Bari (raggiungibile in poco meno di mezz’ora) e di Brindisi (raggiungibile in 45 minuti circa).

In autobus: Autobus extraurbani di linea collegano Polignano con le città interne (Conversano,Castellana Grotte) e con i comuni limitrofi costieri (Monopoli e Mola di Bari, oltre che le altre cittadine del distretto e Bari). Inoltre, autobus di linea privati collegano Polignano con Roma, ogni giorno.

In auto: A14 Bologna – Ancona uscita Bari Nord; A1 Firenze-Roma, A2 Roma – Napoli, A16 Napoli – Canosa, A14 Canosa – Bari uscita Bari Nord. Da Bari Nord, tangenziale direzione Brindisi. Seguire la SS16 – E55 dopo circa 30 km prendere l’uscita Polignano a Mare. Per chi arriva da Taranto, seguire la SS100 uscita Mottola, quindi Noci, Putignano, Castellana Grotte, Polignano a Mare.

Per informazioni: Info-point Turistico – Comune di Polignano a Mare (Ba), I.A.T Polignano a Mare +39 080 4252336.

Per informazioni: POLIGNANO A MARE – LA GUIDA, del Comune di Polignano a Mare

Sito web.: www.comune.polignanoamare.ba.it

Materiale fotografico di Scagliusi Francesco – Crediti immagini Frasca©

Foto in evidenza: CALAPORTO ESTATE_FRASCA© copia