Civita di Bagnoregio domina dall’alto la Valle dei Calanchi

Ogni anno oltre 700mila visitatori

Civita di Bagnoregio è conosciuta come “la città che muore” ed è stata inserita tra “I Borghi più belli d’Italia” per la tutela, il recupero e la valorizzazione dei piccoli borghi, a garanzia del mantenimento del suo patrimonio storico – ambientale.

Civita di Bagnoregio domina la Valle dei Calanchi

Civita di Bagnoregio si trova su di uno sperone tufaceo soggetto all’erosione del vento e della pioggia, posta nella Valle dei Calanchi (oggetto di escursioni e visite guidate), con le sue stratificazioni geologiche ed i materiali di ricaduta, come l’ignimbrite denominata “tufo di Bagnoregio”, proveniente dal complesso vulcanico dei Monti Vulsini. In passato il centro abitato della cittadina era più grande ma col tempo, a causa di eventi naturali come frane e terremoti, ha perso palazzi, torri e porte d’ingresso, che si dice fossero 5 e delle quali attualmente è presente solo una, Porta Santa Maria, chiamata anche Porta Cava, intagliata nel tufo durante il periodo etrusco e caratterizzata dai leoni che tengono una testa umana tra le zampe, in ricordo della ribellione degli abitanti di Civita al potere dei Monaldeschi, di fede guelfa. Civita di Bagnoregio per la sua storia – un passato da 2500 anni, fondata dagli etruschi ed in seguito meta di varie dominazioni – oltre che per la sua conformazione geologica e la presenza del lungo ponte in cemento armato, quale unica via d’accesso al borgo, è meta ogni anno di oltre 700mila visitatori nazionali e internazionali.

Civita ha un’altitudine di 485 metri s.l.m. e 3860 abitanti (8 nel borgo). Il Patrono è San Bonaventura e si festeggia il 15 luglio*.

A Civita di Bagnoregio la tradizione è di casa

Il borgo offre un centro tranquillo con costruzioni medioevali e rinascimentali, frequentato da molti gatti, più volte ripresi nelle foto e video dei turisti; vi sono anche piccoli esercizi commerciali.

Chiesa di San Donato

Al centro la piccola Piazza di San Donato, dove si trova la Chiesa di San Donato (costruzione originaria del V secolo), dalla facciata rinascimentale e il campanile a torre, di fronte all’antico Palazzo Comunale. La Chiesa conserva un Crocefisso ligneo quattrocentesco, della scuola di Donatello, e un affresco della scuola del Perugino.

In Piazza San Donato si trova anche Palazzo Alemanni, che ospita il Museo Geologico delle Frane, dove vengono raccontate le caratteristiche del territorio, con ricostruzioni interattive. (Per informazioni qui).

A Civita si conservano i resti della Casa di San Bonaventura.

San Bonaventura nacque a Civita di Bagnoregio tra il 1217 e il 1221 e divenne una figura apicale per la Chiesa nel Medioevo. Fu tra i principali biografi di San Francesco e scrisse la Legenda Maior che ispirò Giotto per le sue raffigurazioni della vita del Santo, ad Assisi.

Il braccio destro di San Bonaventura, il Santo Braccio, estratto a Lione nel 1490, che rimane l’unica reliquia al mondo del Santo, dopo la profanazione del suo sepolcro, è conservato nella Cattedrale di San Nicola a Bagnoregio, consacrata ai Santi Nicola e Donato e in seguito anche a San Bonaventura.

A Bagnoregio, sempre a proposito del Santo, si trovano la Grotta di San Bonaventura, una cappella che in passato è stata una tomba etrusca; il Monumento di San Bonaventura al centro di Piazza S. Agostino, una scultura di Cesare Aureli; ed ancora, Il Tempietto di San Bonaventura dove dietro l’altare maggiore è conservata la tela raffigurante il Sacro Cuore di Gesù e S. Bonaventura, di pregio anche l’affresco della Madonna del Popolo.

Da vedere, a Civita, anche l’ingresso alla Cappella della Madonna del Carcere, un tempo tomba etrusca.

Porta Santa Maria

Come raggiungere Civita di Bagnoregio

Civita è una frazione del Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, nel territorio della Tuscia, al confine con Umbria e Toscana e a poca distanza dal lago di Bolsena.

Dista in auto circa 30 km. da Viterbo, percorribili in circa 40 minuti; e da Roma dista 140 km. dei quali 99 in autostrada, per un tempo di circa due ore.  

Come arrivare con vari mezzi di trasporto (QUI)

Accessibilità

Per il trasporto per persone disabili a Civita, il Comune di Bagnoregio e la sezione della Croce Rossa di Bagnoregio e Lubriano hanno attivato un servizio per persone con disabilità motoria grave; il servizio è disponibile nel fine settimana mentre negli altri giorni necessita prenotarlo in anticipo. Per informazioni (QUI).

*dati “I Borghi più belli d’Italia”.

Per informazioni:

Civita di Bagnoregio – Contatti (QUI) – info@civitadibagnoregio.cloud

Comune di Bagnoregio – sito (QUI) tel. 0761 780815/8 – fax 0761 780837

Altre informazioni:

News (QUI)

Prossimi Eventi (QUI)

Fonte per informazioni: sito ufficiale di Civita di Bagnoregio (QUI)

Foto: foto di archivio.