Weekend in Abruzzo: la montagna, la collina e il mare

Natura, cultura ed enogastronomia

Weekend in Abruzzo all’aria aperta e lunghe passeggiate tra beni culturali, campi in fiore e spiagge assolate… ci muoviamo in auto da Tagliacozzo del quale forniamo una breve e parziale escursione, per ripartire poi alla volta del Lungomare di Pescara e procedere verso la costa di Roseto degli Abruzzi.

Tagliacozzo dista circa 90 chilometri provenendo da Roma centro e prendendo l’autostrada A24 per circa 70 chilometri; si giunge a destinazione in poco più di un’ora.

Tagliacozzo, in provincia dell’Aquila, è situata a 750 metri sul livello del mare. Possiede 5 Porte e una volta il suo territorio era presidiato da un castello, ormai andato in rovina. La zona antica è quella più in alto, caratterizzata da archi e viuzze che costeggiano chiese ed abitazioni d’epoca; presente lungo la strada verso la salita, anche un corso d’acqua che dall’alto si immerge nel sottosuolo.

Tagliacozzo – Piazza dell’Obelisco

La zona nuova invece circonda la piazza con l’Obelisco e la fontana, dove si trovano palazzi signorili, con le bifore, lo stemma nobiliare e le vivaci colorazioni.

Dopo un primo percorso in salita, si vede la Chiesa di San Francesco con il suo Chiostro.

Tagliacozzo – Chiesa di San Francesco

La Chiesa è stata edificata nel XIII secolo; nel XVIII secolo i suoi interni sono stati barocchizzati ma con la ristrutturazione avvenuta verso la metà del Novecento, la struttura è stata riportata alla semplicità. Il campanile è stato restaurato nel 1970. All’interno sono conservate, in un’urna, le spoglie del Beato Tommaso da Celano, primo biografo di San Francesco. Anche il Chiostro è del XIII secolo e presenta un portico con colonne e poi delle lunette dipinte sulle pareti, che riportano varie scene della vita di San Francesco.

Tagliacozzo con vista montagna

Ancora più in alto, il Monastero dei Santi Cosma e Damiano (VIII secolo) e la Chiesa in stile romanico. Il Monastero ospita le suore Benedettine di clausura, dedite alla produzione di alcuni generi alimentari e custodi del quadro detto “Volto Santo”, riproduzione della Veronica del Cristo; a tal proposito, la domenica dopo Pasqua, ogni anno, si festeggia, con l’adorazione dell’immagine, che dalla Chiesa dei SS. Cosma e Damiano viene portata in processione a piazza dell’Obelisco.

Nel centro della cittadina si trova anche il Palazzo Ducale, risalente al XIV secolo e costruito dalla famiglia Orsini.

Riscendendo e superando la piazza dell’Obelisco e quella antistante, mediante un arco, giungiamo sul viale dove troviamo il Parco della Rimembranza a sinistra e sul lato opposto la Chiesa dell’Annunziata del XVI secolo e il Municipio.

I viali e le piazze presentano varie attività per lo shopping, abbigliamento, calzature e artigianato locale, vasellame, oggetti in rame e ferro battuto e oggettistica per la casa di vario genere. Ci sono anche molti punti di ristoro, tra bar, pizzerie, trattorie e ristoranti tipici. I piatti sono prevalentemente a base di carni e ortaggi locali, pasta all’uovo e polenta; in alcuni posti si può trovare il baccalà cucinato con le patate e le olive e qualche altra specialità a base di pesce.

Il nostro tempo a disposizione, davvero breve, per visitare Tagliacozzo e fare un po’ di shopping è terminato.

La domenica la dedichiamo alle gite al mare tra Pescara e Roseto degli Abruzzi, entrambe sull’Adriatico, poste a circa 33 chilometri l’una dall’altra.

Pescara_Lungomare

Partiamo per Pescara che dista 125 chilometri da Tagliacozzo, dei quali oltre 110 su autostrada e con un viaggio in auto di oltre 1 ora e mezza raggiungiamo il lungomare di Pescara, davvero molto esteso, il clima primaverile è adatto alle passeggiate.

Lungo il viale incontriamo vari bar, pizzerie e ristoranti a base di pesce naturalmente e anche molti stabilimenti; e c’è chi è intento a pulire la spiaggia, chi a sistemare tavolini e sedie, altri riverniciano i cancelletti e qualcun altro sistema le piante, insomma è tutto un bel daffare per prepararsi per la nuova stagione balneare e offrire il massimo confort.

Pescara_marciapiede

Incontriamo altra gente che passeggia e il nostro sguardo si sofferma sul marciapiede dove vediamo delle composizioni colorate, proprio come dei grandi quadri, con vari motivi, resistenti al calpestio continuo dei passanti.

Dopo la lunga passeggiata e un buon piatto ai frutti di mare si procede per Roseto degli Abruzzi. Bastano circa 45 minuti di auto e siamo già in via Nazionale, poi continuiamo a piedi verso il mare e ci affacciamo ad un pontile dal quale alcuni pescatori hanno calato le loro canne da pesca.

Roseto degli Abruzzi

Il tempo di qualche scatto e si procede un altro po’, fino alla prossima piazzetta e alla prossima fontana monumentale.

Anche qui fervono i preparativi per la nuova stagione balneare e fuori dai ristoranti sono esposti i menu turistici per tutti i gusti; incontriamo anche molti ciclisti sulla pista ciclabile e famiglie con bambini. Anche per i più piccoli ci sarà da divertirsi tra giochi in spiaggia e giostrine varie.

Il nostro weekend giunge al termine ma la stagione balneare 2019 è ancora tutta da vivere.

Fonte per informazioni su Tagliacozzo: Comune di Tagliacozzo – http://www.comune.tagliacozzo.aq.it/intro/

Foto di archivio

Foto in evidenza: Lungomare di Roseto degli Abruzzi