Fotografi a Roma – Commissione Roma 2003-2017 e le acquisizioni al patrimonio fotografico di Roma Capitale

Apertura al pubblico: 17 aprile – 16 giugno 2019

Fotografi a RomaCommissione Roma 2003-2017 – In mostra 100 ritratti della Capitale, realizzati da noti fotografi internazionali, per il progetto Rome Commission, ideato e curato da Marco Delogu, sviluppatosi nell’arco delle quindici edizioni di “Fotografia. Festival internazionale di Roma”.

100 opere, acquisite nelle collezioni dell’Archivio Fotografico del Museo di Roma, restituendo uno sguardo contemporaneo sulla città che va ad inserirsi nella narrazione della Roma storica contenuta già nella sua collezione permanente.

L’Archivio Fotografico del Museo di Roma conserva preziose fotografie antiche che testimoniano la nascita e l’evoluzione dell’arte fotografica a Roma dal 1845 a oggi. Attualmente la consistenza delle collezioni ammonta circa 30mila positivi – dagherrotipi, carte salate e albuminate, stampe al carbone e ai sali d’argento, fotoincisioni e ferrotipi – e 50mila negativi su lastra al collodio umido e ai sali d’argento e su pellicola piana.

MARTIN PARR – Rome, Italy, 2005 (2006)                                                                                      PARR_IMMAGINE-GUIDA-MOSTRA (PAM2005017Z00027-28 001)

Per quindici anni consecutivi la Commissione Roma ha affidato il ritratto della capitale ad alcuni noti fotografi nel panorama internazionale, che l’hanno “raccontata” in totale autonomia interpretativa, in base alla propria estetica e al loro vissuto. Un confronto che viene da lontano, eredità del Grand Tour, dove artisti contemporanei percorrono la città con i loro linguaggi, unendo la loro interiorità con la città più “immaginata” della storia.

Il primo dei grandi fotografi cui viene affidato il compito di realizzare il ritratto della città è il ceco Josef Koudelka con l’opera Teatro del Tempo (2003). A seguire:

Olivio Barbieri, con l’opera site specific_ROME 04.

Anders Petersen nel suo Rome a diary (2005)

Martin Parr con il suo lavoro TuttaRoma (2006)

Graciela Iturbide con la sua opera Roma (2007)

Gabriele Basilico realizza il suo lavoro Roma (2008)

Guy Tillim con l’opera La Città di mezzo (2009)

Tod Papageorge nella sua Opera città (2010)

Alec Soth con La Belle Dame Sans Merci (2011)

Paolo Ventura con Lo zuavo scomparso (2012)

Tim Davis, con il suo lavoro Quinto Quarto (2013)

Per il dodicesimo anno della Commissione, Marco Delogu, che l’ha curata sin dall’inaugurazione, si è messo in gioco direttamente con Luce Attesa nel 2014. Rispetto agli sguardi ‘estranei’ dei suoi predecessori, l’artista romano offre uno sguardo “dal di dentro” della città, nella sua natura più intima, nella sua bellezza e nella sua inerzia.

Paolo Pellegrin, in Sevla’s family opera dell’edizione 2015 e nello stesso anno partecipa al progetto anche Hans-Christian Schink con EUR, Aqua Claudia.

Tre firme autorevoli per Commissione Roma 2016: Roger Ballen, con The Ballen Rome Times; Simon Roberts con il suo lavoro New Vedute – Alternative Postcards from Rome; ed infine, Jon Rafman, nel suo 26 August 2016.

Léonie Hampton con l’opera Mend chiude il progetto, nel 2017.

Oltre alle immagini della Commissione Roma sono in mostra anche le foto di Martin Bogren e Rodolfo Fiorenza, anch’esse acquisite al patrimonio fotografico della Sovrintendenza. Rodolfo Fiorenza con Ombre. Di segni altrove – realizzate nel 2010 ed esposte nel 2011; e Martin Bogren che racchiude in Italia le sue foto-documento – esposte nel “Festival della Fotografia” del 2016.

 Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Curatori della mostra: Marco Delogu e Federica Pirani.

Organizzazione: Zètema Progetto Cultura

Luogo

Palazzo Braschi – Museo di Roma – Piazza S. Pantaleo, 10 (tra C.so Vittorio Eanuele II e piazza Navona).

Orario

Dal 17 aprile al 16 giugno 2019
dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00 (la biglietteria chiude alle ore 18.00)
Giorni di chiusura: lunedì e 1° maggio (Tutti i Musei Civici di Roma Capitale saranno chiusi per la festività del 1° maggio).
N.B. per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli Avvisi

 Informazioni

Tel 060608 tutti i giorni ore 9.00 – 19.00 (accesso senza prenotazione)

Sito: www.museiincomune.it

 Per i possessori della MIC Card resta gratuito l’ingresso al museo mentre l’accesso a questa mostra è a pagamento. Basterà acquistare il biglietto “solo Mostra” secondo la tariffazione indicata.

 Per informazioni: http://www.museodiroma.it/it/mostra-evento/fotografi-roma

Per informazioni e foto: Zètema Progetto Cultura

Foto in evidenza: MARTIN PARR – Rome, Italy, 2005 (2006)

(Martin Parr è un fotografo britannico ed è stato scelto per la Commissione 2006. Nel suo lavoro TuttaRoma – titolo di un’indagine sul fenomeno del turismo di massa nella capitale – Parr insegue con il suo sguardo divertito e barocco le moltitudini di turisti che affollano siti archeologici e piazze famose, tra cui il Colosseo e piazza San Pietro).

Il Museo è accessibile per i disabili (QUI):

All’interno del museo è disponibile una carrozzina per chi ha difficoltà di deambulazione.

Per conoscere gli appuntamenti della didattica dedicata consultare i Progetti accessibili

Video Lis

Museo di Roma – Venerdì 3 maggio 2019 dalle ore 11.00 alle ore 13.30

Visita guidata tattile-sensoriale con operatori specializzati, rivolta al pubblico dei visitatori con disabilità. Il Museo di Roma è accessibile per il pubblico dei non vedenti e degli ipovedenti, grazie ad un percorso dedicato all’esplorazione tattile all’interno delle sale espositive.

Biglietto d’ingresso

Visita guidata tattile-sensoriale gratuita con prenotazione obbligatoria al numero 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 19.00)
Le prenotazioni si chiudono 24 ore prima dell’evento.

Tipo: Visita didattica

 Organizzazione-Servizi museali di Zètema Progetto Cultura

Altre informazioni: Al Museo di Roma a Palazzo Braschi fino al 22 settembre 2019: “Roma nella camera oscura. Fotografie della città dall’Ottocento a oggi”

(Per la festività del 1° maggio tutti i Musei Civici di Roma Capitale sono chiusi).